Love of the common people - Paul Young - 80sneverend

La canzone della gente comune

Paul Young – Love of the Common People

#quotefromthe80s
Living on a dream ain't easy
But the closer the knit, the tighter the fit
And the chills stay away
'Cause we take 'em in stride for family pride
#PaulYoung #LoveOfTheCommonPeople

Ormai sappiamo che ogni canzone ha la sua storia e deve trovare il suo percorso per diventare famosa ed entrare nel cuore della gente. Questa canzone era in giro addirittura dagli anni 60, e tra i tanti artisti che la cantarono, nel 1968 ci fu addirittura Leonard Nimoy, che conosciamo per essere stato il formidabile interprete del vulcaniano Spock in “Star Trek”.

In realtà nessuna delle tante versioni seppe conquistare il cuore della gente, fino agli anni 80. Nel 1982 toccò a Paul Young cantarla, e all’inizio neppure lui ebbe il successo sperato. L’anno successivo però, Paul Young seppe arrivare in testa alle classifiche con “Wherever I lay my hat (That’s my home)“, e in seguito a questo successo fu pianificata una seconda uscita anche di questa canzone.

E così, nel luglio del 1983, pochi giorni dopo l’uscita dell’album “No Parlez”, uscì di nuovo questa bellissima canzone in alcuni Paesi, mentre nel Regno Unito la nuova uscita avvenne a novembre. La canzone fu un successo clamoroso e divenne uno dei veri simboli degli anni 80. Oltre alla interpretazione del grande Paul, credo che siano stati elementi di successo anche il video (in due versioni, e forse questa era la meno famosa) e penso anche la partecipazione delle coriste in colori pastello, con il loro gesto caratteristico delle mani. Le Fabulous Wealthy Tarts, Kim e Maz, erano davvero parte integrante della canzone, e non solo per i loro cori.

“Love of the common people” è una canzone cui sono particolarmente legato, e mi riporta indietro a un momento ben preciso della mia vita. Nell’autunno del 1983, quando questa canzone era nel pieno del successo, iniziai le scuole superiori. Una carissima amica che ha sempre vissuto anni luce avanti organizzò una festa, e questa canzone fu suonata probabilmente trenta volte. Non importa: quel giorno capii che stavo diventando adulto, che la vita e le persone avrebbero riservato cose bellissime, e che mi sarei divertito un sacco. E capii anche che, grazie anche ad artisti come Paul Young, avremmo avuto per tantissimi anni la migliore musica di sempre!

Paul Young su Wikipedia

Facebook comments

Hits: 295

Tag ,

Le playlist di 80sneverend !

Articoli recenti

Post per mese

  • «2020 (89)
  • »2019 (69)
  • »2018 (99)
  • »2017 (110)
  • »2016 (107)
  • »2015 (102)
  • »2014 (83)
  • »2013 (2)
  • »2012 (2)
  • »2011 (2)
  • »2010 (11)
Top