Sign your name - Terence Trent D'Arby - 80sneverend

La firma del genio

Terence Trent D’Arby – Sign Your Name

#quotefromthe80s
I'd rather be in hell with you baby
Than in cool heaven
It seems to be the way
Sign your name across my heart
#TerenceTrentDArby #TTD #SignYourName #SanandaMaitreya

Non è che uno può fare il disco della vita, avere un impatto incredibile sulla musica degli anni ’80, tanto da mettere la firma per sempre nei ricordi dei fan, e poi quando arriva l’anno nuovo, sparire improvvisamente. Quindi, dopo i tre grandi successi usciti nel 1987, Terence Trent D’Arby, oggi Sananda Francesco Maitreya, ci regalò un’altra splendida canzone per iniziare il 1988. Sign Your Name era il quarto singolo estratto da un album che, con tutta probabilità, è stato il più bello e importante della seconda metà degli anni ’80, con un titolo chilometrico: Introducing the Hardline According to Terence Trent D’Arby, e seguiva i successi di If You Let Me Stay, Wishing Well, e Dance Little Sister.

E tutti i video tratti dal suo album erano parte di un concept, perché in sostanza costituivano le puntate di una storia tra i due protagonisti, intervallata da momenti relativi alla registrazione delle canzoni e dei video! Terence si dimostrò un genio inarrivabile anche in questo, ma sicuramente una parte del merito va anche all’attrice di quei video, la bellissima modella Kelly Brennan, che era ormai una presenza fissa dei video di Terence, anche se a quei tempi nessuno sapeva chi fosse!

Sign your name era forse la canzone più bella dell’intero album, sicuramente la più intima, dolce e sensibile, dopo le ballate sfrenate dei primi tre singoli. Rispetto al testo della canzone, che è più un desiderio e una richiesta di iniziare una storia d’amore, il video mostra in realtà i momenti dopo la fine della storia. Infatti, il video inizia con la voce femminile che dice “Au revoir, Terence”, seguito dall’occhio di lei visto attraverso una serratura. Terence è nella stanza e sta ancora dormendo, ma da quel momento il ricordo della loro storia lo seguirà per tutto il video.

In realtà la storia di questa canzone nasce un po’ di tempo prima, a detta di Terence\Sananda stesso. Pare infatti che l’ispirazione venisse da un sogno in cui la grande Sade, che ci aveva regalato perle assolute degli anni ’80 come Smooth Operator, Your Love is King (interpretata anche al Live Aid), The Sweetest Taboo e Paradise, chiedeva a Terence di scrivere qualcosa per lei. Terence non poteva certo restare indifferente a questa richiesta della regina Sade, per quanto pervenuta in sogno, e quindi trovò una soluzione componendo questa canzone.

Il tema del sogno è ricorrente nella vita di Terence Trent D’Arby, ma a questo punto è doveroso dire di Sananda Francesco Maitreya, l’identità che assunse a partire dal 2001 proprio in seguito a una serie di sogni e a un percorso spirituale di rinnovamento e rinascita durato anni. Dal punto di vista musicale, oltre ai quattro album incisi come Terence Trent D’Arby, Sananda ne incise altri nove in studio e quattro live, con musiche a volte lontane dai canoni commerciali del pop, ma che spesso ricordavano conoscenze e amicizie che lo avevano influenzato, come David Bowie, George Michael, e Prince.

Terence Trent D’Arby è stato il personaggio più dirompente e geniale della seconda parte degli anni ’80. Sign your name, che arrivò nelle primissime posizione delle classifiche praticamente in tutto il mondo, fu il brano che certificò definitivamente la grandezza e la completezza di questo immenso artista.

Terence Trent D’Arby su Wikipedia

Facebook comments

Visits: 3120

Tag , ,

Le playlist di 80sneverend !

Articoli recenti

Top