Girls just want to have fun - Cyndi Lauper - 80sneverend - Girls' revolution

La rivoluzione delle ragazze

Cyndi Lauper – Girls Just Want To Have Fun

#quotefromthe80s
The phone rings, in the middle of the night
My father yells "What you gonna do with your life?"
Oh daddy dear, you know you're still number one
But girls they wanna have fun
#CyndiLauper #GirlsJustWantToHaveFun

All’inizio di settembre del 1983 debuttava una grandissima artista, una delle più grandi di tutti gli anni 80 ma non solo. Devo dire che certi giorni in quegli anni erano davvero magici, perché nello stesso giorno uscivano magari due o tre grandissimi successi. E così, il 6 settembre 1983, lo stesso giorno in cui in Inghilterra usciva “Karma Chameleon“, a New York iniziava la fantastica carriera di Cyndi Lauper.

Il tocco magico e la grandezza di questa artista furno subito evidenti, anche con questo brano scanzonato e divertente. In realtà una serie di dettagli ci facevano subito capire la genialità di Cyndi. “Girls just want to have fun” era una canzone del 1979, riadattata da Cyndi nel 1983, e ovviamente non avrebbe mai potuto avere questo successo nella prima versione. Suoni elettronici, falsetti e urletti volutamente eccessivi, sulla carta questa canzone avrebbe potuto essere dimenticata dopo due mesi. In realtà, il risultato finale fu una canzone eccezionale, su cui Cyndi riuscì a creare un video perfetto, e attraverso il video riuscì a comunicare un messaggio importantissimo che ancora oggi è un tratto distintivo di Cyndi.

La canzone uscì a settembre, iniziò ad essere programmata a ripetizione su MTV, e all’inizio del 1984 entrò in tutte le classifiche possibili, raggiungendo i primissimi post in molte nazioni, e entrando di diritto nella memoria collettiva degli anni 80.

La storia del video la conosciamo, la ragazza ribelle Cyndi torna a casa e deve sorbirsi la frustrazione della madre e i rimproveri del padre. Per tutta risposta, e orgogliosa dei valori della propria vita, Cyndi esce, raduna amici e personaggi vari, e insieme improvvisano un party nella cameretta di Cyndi, dimostrando ai genitori che nel suo divertimento, in fondo, non c’è proprio nulla di male e nulla di cui vergognarsi.

Ma veniamo ai dettagli: la mamma di Cyndi, nel video, è interpretata… dalla mamma di Cyndi Lauper. E se guardate, se la è cavata benissimo!! La scelta di Cyndi di girare un video con molte persone che conosceva direttamente era certamente dettata da esigenze di costo, ma lei seppe andare molto oltre, e trasformò questo vincolo in una opportunità. In questo modo riuscì a rendere il video molto più informale, infatti oltre alla madre ci sono anche il fratello e l’avvocato di Cyndi, e molti suoi amici. Non solo risparmiò, ma creò una atmosfera di familiarità che traspare letteralmente dal video.

C’è una guest star: il padre di Cyndi è interpretato dal “capitano” Lou Albano, che allora era un famoso wrestler, aveva 50 anni quando prese parte al video. Ma Cyndi, pur nel contesto del video di ribellione generazionale, sa come rendergli omaggio: guardate cosa succede dopo che Cyndi gli risponde all’inizio del video: lo gira e lo mette contro la porta con una presa di wrestling! Come dire… massimo rispetto per la tua carriera e la tua fama! Interpreti un ruolo nel video, ma non dimentichiamo chi sei veramente! Peraltro la collaborazione di Cyndi con Albano continuerà in diverse altre occasioni.

Allo stesso modo ci sono altri omaggi nel video, come la scena in cui si apre la porta della cameretta e cadono le persone che vi erano appoggiate. Una citazione e un omaggio a un vecchio film dei fratelli Marx.

La cosa più importante del video, però, è il messaggio. Cyndi esce, come dicevamo, e va a radunare una serie di amiche. Guardiamole: sono ragazze e donne vere, persone normali, nella assoluta bellezza di questo termine. Non sono particolarmente vistose, non sono particolarmente truccate, sono semplicemente sé stesse, al massimo con quel tocco di glamour kitsch che divenne il simbolo di Cyndi Lauper.

Eccolo il messaggio: accettarsi. Essere orgogliosi di come si è, caratterialmente, fisicamente, intellettualmente. Cyndi ribadirà sempre questo concetto, che conduce poi alla riscoperta della essenza delle persone, come vediamo anche in “True colors“, e che nel tempo farà di lei prima una attivista e poi una vera e propria icona delle lotte per le rivendicazioni dei diritti.

Cyndi e le sue amiche sono glamour con poco, con vestiti e accessori recuperati chissà dove, e in un certo senso forse inaugura anche una moda cheap-chic che durerà decenni, e che contribuirà anche al successo, per esempio di Madonna.

Insomma: “Girls just want to have fun” è sicuramente una canzone bellissima che nel 1983 ci ha permesso di conoscere Cyndi Lauper; in realtà Cyndi già allora era una artista geniale che si presentava con una canzone e un video indimenticabili.

Cyndi Lauper su Wikipedia

Facebook comments

Hits: 32

Tag ,

Le playlist di 80sneverend !

Post per mese

  • «2020 (102)
  • »2019 (69)
  • »2018 (98)
  • »2017 (110)
  • »2016 (103)
  • »2015 (101)
  • »2014 (83)
  • »2013 (2)
  • »2012 (2)
  • »2011 (1)
  • »2010 (11)
Top