What's Love Got to Do with It - Tina Turner - 80sneverend

Una moderna donna d’altri tempi

Tina Turner – What’s Love Got to Do with It

#quotefromthe80s
What's love, but a sweet old-fashioned notion?
What's love got to do, got to do with it?
Who needs a heart when a heart can be broken?
#TinaTurner #WhatsLoveGotToDoWithIt

Il mese di maggio del 1984 fu decisamente un momento importante per la vita e la carriera della grandissima Tina Turner. In quel momento si poteva davvero dire che lei fosse un personaggio d’altri tempi: negli anni ’60 insieme al marito aveva creato il gruppo Ike and Tina Turner, ed era stata varie volte in testa alle classifiche. Forse il loro successo più grande fu Proud Mary del 1971, ma ce ne sono stati tanti. La loro storia d’amore e di successo era però diventata purtroppo anche una storia di abusi, e nel 1976 Tina Turner lasciò Ike. E si ritrovò a essere una persona nuova, iniziò davvero una nuova vita in cui trovavano posto buddismo e meditazione, autostima e consapevolezza.

Musicalmente però furono anni bui, forse le ferite personali e lo sforzo di ricostruirsi una vita avevano impedito a Tina di concentrarsi sulla musica. Ma nel 1983 qualcosa cambiò, perché dopo aver cambiato casa discografica ed essere passata alla Columbia, Tina incise una cover, Let’s stay together, che in Inghilterra ebbe un buon successo e convinse i discografici a investire su di lei.

Avevano la canzone giusta, questa What’s Love Got to Do with It. C’era solo un piccolo problema: a Tina Turner non piaceva il contenuto della canzone, e non avrebbe voluto cantarla. La canzone in un certo senso è contro l’amore. La protagonista vive un incontro con il suo amante, ma è un incontro di emozioni puramente fisiche, carnali. Non c’è sentimento, e la cosa è vissuta dalla protagonista della canzone con grande consapevolezza. Chi ha davvero bisogno dell’amore che poi spezza i cuori? L’amore, questo dolce concetto fuori moda.

Tina Turner non amava questa canzone, ma per fortuna di tutti aveva capito che prima di rifiutarsi doveva sentire i discografici che la seguivano. E che in effetti riuscirono a convincerla, e lei da grande professionista, una volta accettata la parte, diciamo, la interpretò con grande professionalità.

Il video ci mostra una Tina Turner nuova e modernissima, in pieno stile anni 80, che si aggira per New York flirtando e concedendosi agli sguardi degli uomini, ben consapevole della sua carica sensuale, con i capelli sparati che diventeranno il suo marchio di fabbrica, una minigonna di pelle, calze nere e tacchi a spillo. E per una intera generazione che non la aveva mai vista prima, Tina Turner era questa e solo questa. La donna carica di energia e sensualità che riuscì ad arrivare in testa alle classifiche a quarantaquattro anni, di nuovo al vertice dopo ben ventiquattro anni dalla prima volta! Era assolutamente un record, che anni dopo verrà battuto da Cher, che visse peraltro una storia parallela a quella di Tina Turner.

Va detto che in questa seconda parte della carriera Tina Turner cantò soprattutto alle donne e per le donne. E in effeti si vede anche nelle scene alla fine del video. Un po’ come se dicesse alle donne, è vero, ho una immagine sensuale, ma non vi ruberò mariti e fidanzati. Sono qui a cantare per voi, non per loro!

Il mese di maggio 1984, fondamentale per Tina, era solo agli inizi: il 3 maggio uscì questa bellissima canzone, il 15 maggio Tina Turner era con l’amico Lionel Richie per la prima data del suo Can’t Slow Down Tour, e il 29 maggio uscì l’album del rilancio di Tina, Private Dancer.

Tina ebbe così successo che l’inverno successivo Lionel Richie la convocò senza esitazione per la registrazione di We are the world, e da lì al Live Aid, alla partecipazione al film Mad Max oltre la sfera del tuono, e alle grandi collaborazioni per esempio con Mick Jagger, Rod Stewart il passo fu breve. Tra gli italiani, ricordiamo le sue collaborazioni con Eros Ramazzotti ed Elisa.

Tina Turner non ha mai avuto una vita facile, segnata in seguito anche da gravi problemi di salute e tristi vicende familiari. ma in questo particolare momento degli anni 80, la tigre del rock era tornata al posto che le spettava di diritto.

Tina Turner su Wikipedia

Facebook comments

Hits: 192

Tag ,

Le playlist di 80sneverend !

Post per mese

  • «2021 (54)
  • »2020 (140)
  • »2019 (67)
  • »2018 (92)
  • »2017 (101)
  • »2016 (96)
  • »2015 (85)
  • »2014 (75)
  • »2013 (3)
  • »2012 (6)
  • »2011 (3)
  • »2010 (11)
Top